Il Re del Ring ! un gioco di Chien Sauvage

Il Leopard 1A5 dell’Esercito Italiano di Vittorio De Santis
14 Settembre 2011
L’Assedio di Zara 1813 – G. Centanni
15 Settembre 2011
Show all

Il Re del Ring ! un gioco di Chien Sauvage

Il Re del Ring !


Autore: Chien Sauvage



(traduzione di Vittorio De Santis)

1. Introduzione

Il Re del Ring è un gioco di combattimento uno contro uno facile e veloce.

E’ stato pensato per giocare con le miniature in modo rapido e rilassato.

Componenti del gioco

Per giocare al ”Re del Ring” sono necessari:

  1. Un mazzo di carte da poker da 54 carte
  2. Due pedoni o due figurini per il combattimento
  3. Un’area di gioco di 5 x 5 quadrati
  4. 10 gettoni colorati per ogni combattente che rappresentano la lunghezza della loro vita

Inizio

Nel gioco uno contro uno è consigliato di giocare con il mazzo di 54 carte fino a quando tutte le carte non sono state estratte.
Se sono coinvolti più giocatori va usato sempre il mazzo di carte e quando tutte le carte sono state estratte, il mazzo va mischiato di nuovo per creare un nuovo (e finale) mazzo.

2. Regole

Obiettivo

Sconfiggere il proprio avversario, sia mettendolo KO (quando non ha più gettoni vita a disposizione) o restando in forma migliore alla fine del tempo di gioco (quando alla fine del gioco si posseggono più gettoni vita dell’avversario).

Il gioco finisce quando tutti i combattenti tranne uno sono stati messi KO o quando il tempo è finito: quando l’ultima carta è stata estratta dal mazzo e quando tutti i giocatori hanno giocato la loro ultima carta.

Chi gioca per primo ?

Ogni giocatore prende una carta dal mazzo e la carta più alta – il 2 è il valore più basso mentre l’Asso è quella più alta – inizia il gioco. Quindi rimettete a caso le carte nel mazzo.

Sequenza di gioco

Ad ogni giocatore vengono consegnate cinque carte. I giocatori giocano a turno. I giocatori non possono avere più di cinque carte in mano. Durante il loro turno il giocatore può giocare da 0 a cinque carte e/oppure scartare tante carte quante ne desidera. Però i giocatori alla fine del turno possono solo prendere due carte.

Una carta giocata corrisponde ad una azione di base: muovere il combattente di un quadrato o colpire l’avversario.

Cosa significano i colori

  1. Carte nere (terra): movimento
  2. Carte rosse (sangue): attacco/parata
  3. Quadri e Fiori: simboli ”dritti” significano azioni dritte (orizzontali o verticali)
  4. Cuori e Picche: simboli ”obliqui” significano azioni ”oblique” (in diagonale)

In altre parole:

  1. Picche: mosse diagonali
  2. Fiori: mosse orizzontali/verticali
  3. Quadri: Attacco/parata diagonale
  4. Cuori: Attacco/parata orizzontale e verticale

Il valore delle carte non ha influenza, tranne che quando si effettua una parata. Normalmente solo il seme è importante.

Attacco

L’attaccante può scegliere tra:

  1. Colpire: prendere un segnalino vita dell’avversario
  2. Spingere: spostare l’avversario di un quadrato nella direzione opposta a quella di spinta (se c’è lo spazio per farlo ovviamente)

Parata

Quando un combattente è colpito il giocatore può parare l’attacco giocando una carta che abbia uguale seme ma con un valore superiore.

3. Regole aggiuntive

Il quadrato del Re

In molti ring i giocatori sono incoraggiati a muovere verso il quadrato centrale: Il Quadrato del Re. Quando si combatte su questo quadrato viene inflitto un danno doppio !

L’Occhio della Tigre

Nel gioco i Jolly possono sostituire qualsiasi carta.

Lancio di pomodori

Un giocatore che non effettua alcuna azione durante il proprio turno (per esempio non gioca o scarta alcuna carta) non rende felice il pubblico. Il giocatore perde un gettone vita a causa del numero di pomodori che gli vengono lanciati.

Area di gioco

Esempio

Fonte:

La versione originale del gioco si trova alla pagina http://www.freewargamesrules.co.uk/misc.html del sito www.freewargamesrules e sulla pagina: http://golgoisland.free.fr/downloads.php del sito http://golgoisland.free.fr/index.php. Si ringrazia l’autore per l’autorizzazione alla traduzione.