Come dipingere un figurino in scala 28mm in 45 minuti di Michael Farnworth – Parte 3 di 3

Dystopian Wars – Trucchi e consigli di pittura di Spartan Games Team
27 Aprile 2014
Invecchiare i modelli di navi da guerra di Mike Czibovic
8 Giugno 2014
Show all

Come dipingere un figurino in scala 28mm in 45 minuti di Michael Farnworth – Parte 3 di 3

Come dipingere un figurino in scala 28mm in 45 minuti di Michael Farnworth - Parte 3 di 3 Traduzione di Vittorio De Santis

La sequenza della pittura

Una buona sequenza di pittura permette di raggiungere due obiettivi. Per prima cosa il vostro lavoro di pittura contribuirà sempre a migliorare il risultato finale e non rovinerà quanto avete già fatto. Seconda cosa: dal punto di vista psicologico è molto importante, e spesso non viene abbastanza riconosciuto, riuscire a dipingere seguendo una sequenza appropriata. Potete vedere crescere i risultati del vostro lavoro e questo farà aumentare la motivazione ad andare avanti.

Dimensioni del lotto

La giusta dimensione di un lotto di figurini da dipingere, è quella che vi permette di completare le diverse fasi in maniera rapida e veloce. Il lotto deve essere grande abbastanza da giustificare l’inizio di ogni fase di pittura, ma sufficientemente piccolo da permettervi di completare ogni fase in un ora circa. Spesso pulisco, dipingo con il primer e monto sulla basetta tra i 40 ed i 50 figurini. La pittura sembra funzionare meglio se si lavora con lotti di 12 – 24 figurini, a seconda della complessità delle loro uniformi.

Sequenza

1. Ispezionate il figurino per scoprire ogni residuo dello stampo, eventuali errori o sbavature.

2.Togliete il figurino dallo sprue con una tronchesina. Eliminate i residui dello stampo, gli errori e le sbavature. I residui dello stampo si trovano, di solito, sulle mani, sui gomiti, sui piedi e sulle armi. A volte si possono eliminare con le unghie ma usare delle pinzette o le forbicine è, a volte, obbligatorio. Occasionalmente si possono togliere con una limetta. Le sbavature invece si tolgono facilmente con un tagliabalsa.

3.Carteggiate la base fin a renderla piatta. Il modo più semplice è quello di sistemare un foglio di carta vetrata a grana grossa sul tavolo da lavoro. Spingete quindi il vostro figurino sulla carta vetrata facendo attenzione a stringerlo fermamente con la mano, mantenendolo saldamente in posizione verticale. Due o tre passaggi di solito sono più che sufficienti a rendere piatta la base. Per capire quando la base è piatta basta guardare quando diventerà coperta di graffi la faccia inferiore della basetta stessa.

4.Incollate le braccia e le armi. Sostituisco le picche, le lance ed i giavellotti originali con armi che ho realizzato io stesso, usando del filo di ottone. Se le picche, le alabarde ed i giavellotti ostruiscono l’accesso ai vestiti, forse è meglio montarli successivamente. La supercolla liquida, applicata con un contagocce, è di solito la maniera più facile di incollare queste parti. Gli scudi possono essere incollati in questa fase, ma spesso è più facile dipingerli a parte e poi aggiungerli. Se necessario riempite ogni fessura con il Green-Stuff.

5.Incollate il figurino alla basetta. Utilizzo le basette con fessura che sono in pratica dei piccoli piedistalli di plastica. Altri giocatori preferiscono i gettoni o le monete oppure delle basette quadrate di compensato. La scelta della dimensione e della forma della basetta è spesso indicata nel regolamento del gioco. Incollo la figura sulla parte superiore della basetta usando la Supercolla Gel. Le basi con fessura spesso presentano delle sbavature o dei residui dello stampaggio visibili. Tutti e due dovranno essere rimossi con una lima o con una limetta di cartone.

6.Aggiungete lo stucco per fondere il figurino con la basetta. Il Milliput è la soluzione più economica e resistente. Il figurino di solito arriva con una piccola base già fusa che necessita solo di essere rifilata per potersi inserire all’interno del gettone o della basetta. Cercate di evitare di ricoprire i piedi del figurino. Se vi dovesse accadere aspettate per circa una ora. Dopo avere che il Milliput si sarà indurito a sufficienza lo potrete tagliare via usando un tagliabalsa e quindi potrete facilmente ripulire i piedi del figurino.

7.Primer e colore di base. Se usate gli smalti no sarà necessario prima lavare il figurino. Per tutte le altre tipologie di pittura, compresa quella a spruzzo, è meglio lavare e lasciar asciugare il figurino prima di passare il primer ed il colore di base. Ho scoperto che il metodo più veloce è quello di applicare il nero opaco Black 33 [della Humbrol] con un pennello. Questo colore farà sia da primer che da base. Impiego un guanto monouso ed un pennello molto grande (un #14 da decoratore di ‘’puzzola’’ ha un diametro di 10 mm). Con uno stecchino mischio la vernice e, con lo stesso stecchino, ne metto un poco su una tavolozza di cartoncino (cioè un vecchio coperchio di una scatola). A volte diluisco il colore con il diluente per smalti. Come ho dipinto ruoto ed ondeggio il figurino per assicurarmi di avere ricoperto ogni parte. Non c’è necessità di dipingere la base dato che verrà fatto in seguito con uno smalto di colore marrone. Con questo metodo sono necessari circa 30 secondi per ogni figurino. Come alternativa ho provato la vernice spray ma non si attacca bene e ci vuole più tempo per verniciare e quindi per ritoccare le parti del figurino non coperte quando si spruzza.

8.Di solito sistemo una ventina di scudi su un pezzo di legno e li fisso con il Blu-Tack [prodotto simile al Patafix della UHU]. Potete anche piegare del nastro per mascherature in modo che il lato con l’adesivo sia esposto ed usarlo per tenere fermi gli scudi. Come prime e base uso il nero a smalto. La parte posteriore può essere dipinta usando il marrone, sempre a smalto, come colore di base.

9.Colorate a pennello secco il figurino, ancora in nero, usando un colore chiaro (crema, grigio chiaro, o bianco). Di solito uso gli smalti Humbrol per questa fase. In questo modo si realizza una base chiara e scura che renderà i passaggi successivi più veloci.

10. Dipingere il colore principale. Una volta fatta la prima fase la pittura potrà essere più veloce e rapida. Fate attenzione ad evitare di dipingere sopra a quanto dovrà restare in nero a modello finito. Il colore da usare dipende dal soggetto. Con i figurini della seconda guerra mondiale di solito è il colore dell’uniforme. Partite da una tonalità più scura ottenuta miscelando la tonalità corretta dell’uniforme con il nero ottenendo una sfumatura scura. Utilizzate un pennello grande con il quale potrete dipingere tutte le aree dell’uniforme. Con i figurini alto medievali o medievali di solito si parte dall’armatura. Per realizzare le piastre dell’armatura e le ramature ad anelli, dipingete a pennello secco il figurino con il colore argento (per esempio il Chainmail della Game Workshop).

11.Dipingete di marrone la basetta usando il Brown 186 della Humbrol, utilizzando un pennello largo #4. In questo modo avete sia passato la mano di fondo che effettuato la pittura a blocchi. Se gli stivali sono marroni li dipingo in questa fase così come dipingo il retro degli scudi sempre usando il marrone.

12.Dipingere l’incarnato. Volti, mani e gambe vengono dipinti a blocco usando come colore base il Flesh. Impiego gli acrilici come il Dwarf Flesh della Game Workshop per gli europei o il Bronzed Flesh per gli asiatici. Per grandi quantità di figurinisti può anche usare il Flesh della Humbrol a smalto.

13.Il passo successivo, nella sequenza, non è molto logico ma personalmente lo trovo psicologicamente importante. Aggiungere l’inchiostro Flesh ai dettagli delle mani e dei volti. L’inchiostro è applicato in una miscela 50:50 con acqua e PVA.


Una volta che si è asciugato il figurino dovrebbe avere un aspetto simile a quello di un soldato nella sua uniforme, con mani e volto definiti mentre sta in piedi sulla sua basetta marrone. Questa livello è una fase motivazionale molto importante.


14. Ora è tempo di decidere se volete o meno dipingere gli occhi. Per i figurini in 28 mm da usare in gruppi, dipingere gli occhi è, di solito, un compito non necessario. Per i figurini dei comandanti e dei personaggi che verranno esaminati da vicino è uno sforzo che si ripaga. Dipingete una piccola goccia bianca all’interno dell’orbita oculare usando il colore acrilico.Se siete stati attenti ed accurati il figurino avrà una buona definizione e la vernice si stenderà lungo tutto il bulbo oculare. Non preoccupatevi se mettete troppo bianco perché si può facilmente sistemare dopo. Ora aggiungete un punto nero al centro dell’occhio. Un ago o la punta di uno stecchino probabilmente costituiscono la soluzione migliore. Alcune persone usano un pennino da disegno molto sottile o un pennello molto fine. Dovete avere degli occhi che abbiano un punto nero nel globo oculare bianco. Probabilmente vi sembrerà esageratamente grande.

15. Facendo molta attenzione dipingete con il Flesh le parti in rilievo sopra e sotto gli occhi pitturando sopra al bianco fino a quando l’occhio non si ridurrà ad una dimensione più normale. Nello stesso tempo aggiungete delle lumeggiature di Flesh chiaro alla fronte, al naso, e al mento usando un colore simile all’Elf Flesh della Game Workshop. Se lo desiderate dipingete le guance con un Flesh che abbia un tono leggermente più rosato ed aggiungete la barba miscelando il Grey con il Flesh.

16.Il passo successivo è quello di definire le zone colorate. Di solito è più facile partire dalle parti più profonde e lavorare verso l’esterno, verso la superficie dei dettagli. In altre parole iniziate con la camicia ed i calzoni, poi passate alla giacca o al giubbotto e finite con il cappotto. Di solito effettuo la pittura a blocchi usando gli smalti in quanto un singolo passaggio produce una forte colorazione. Se usate gli acrilici probabilmente vi saranno necessarie due o tre mani di vernice e quindi il processo diventerà più lungo. Utilizzo il pennello più grande che posso impiegare, in quanto contiene meglio la vernice di uno più piccolo. Andrà bene un pennello #0 o #1. Con le figure medievali o alto medievali sarà meglio variare molto i colori. Dipingete secondo una sequenza i vari gruppi e quindi, per esempio, il gruppo A avrà i pantaloni blu, il gruppo B li avrà grigi e quello C verdi mentre quello D li avrà rossi. Quindi mischiate i figurini formando nuovi gruppi e fate lo stesso con le giacche.

17.Usiamo ancora il marrone ma stavolta dipinto con il piccolo pennello #0. L’obiettivo adesso è quello di colorare in blocco tutte le aree che saranno in marrone sul modello finito quali capelli, armi, borse, faretre, armature in cuoio, stivali e per ultimo come ritocco per la base.

18.Mi piace usare l’inchiostro marrone per creare la pelle, i capelli ed il legno. L’inchiostro va applicato con una miscela 50:50 con acqua e PVA.

19.A questo punto ritorno agli scudi e dipingo la parte anteriore con il colore di base. Se dovete usare i trasferibili dovete lumeggiare lo scudo e quindi applicare un poco di trasparente. Uno strato sottile di vernice spay è di solito il metodo più facile. Mi fiace finire lo scudo ad un livello ragionevolmente buono prima di incollarlo al figurino. Incollate lo scudo al modello prima di iniziare il processo della lumeggiatura. Nello stesso momento incollate ogni picca e ogni bandiera che restano da aggiungere. La Supercolla incolla meglio il metallo al metallo e così è una buona idea grattare via la vernice dalle superficie che si dovranno incollare.


Alla fine di questo processo avrete un figurino completamente dipinto. Dalla distanza di un metro molto probabilmente avrà un aspetto molto buono. Ad un esame ravvicinato probabilmente vedrete delle gocce di colore mal disposte dove avrete commesso un errore.


20.Passate ad un pennello piccolo, per esempio uno #0 o un #00, e al colore acrilico. Iniziate ad aggiungere le lumeggiature a tutti i colori che avete dipinto in blocco. È più facile lavorare partendo dall’interno procedendo verso l’esterno. Le lumeggiature copriranno molto vostri errori e questo significa che avrete,alla fine, poco da dover ritoccare.

21.Una volta che i vestiti, i volti e le armature sono state completate sposto la mia attenzione alle borse e alle cinture che restano da fare. Le dipingo con un pennello piccolo e quindi, se necessario, le lumeggio.

22.Infine aggiungete dei piccoli dettagli quali le parti dorate alle else delle spade o ai bordi delle armature.

23.Spruzzate l’intera figura con una piccola finitura di vernice trasparente lucida.

24.Ora è il momento di ricoprire la base con la sabbia. Coprite la superficie con la colla PVA diluita e quindi immergete il figurino all’interno di un piccolo contenitore di sabbia. Rimuovetelo delicatamente dalla sabbia e sistematelo in un posto dove possa asciugare.

25.Una volta che il PVA è asciutto dipingete la sabbia con una miscela di 50:50 di acqua e di PVA colorate con poche gocce di inchiostro marrone. In questo modo si fisserà la sabbia saldamente alla base e la si colorerà con una tonalità marrone.

26.Lumeggiate la base a pennello secco con un colore chiaro, per esempio il Bleached Bone della Game Workshop.


Il figurino è pronto per il gioco. Di solito lo lascio a questo stadio per diverse settimane prima di applicare della vernice opaca e la Static Grass.


27.Prima di applicare la vernice opaca e la Static Grass, osservate il figurino e vedete gli errori fatti. Ho scoperto che si vedono molti più errori dopo aver fatto passare una o due settimane. Fate i ritocchi. Se avete fatto molti ritocchi avrete bisogno di una seconda copertura di vernice lucida.

28.Spruzzate il figurino con la vernice opaca.

29.Applicate la Static Grass e il Clump Foliage.

Ulteriori letture

Kevin Dallimore:Foundry Miniatures Paintings and Modelling Guide (Foundry). Kevin Dellimore è un maestro dsell’arte di dipingere i figurini da 28 mm ed è anche colui che ha progettato il sistema di pittura della Founfry. Il suo libro contiene centinaia di fotografie e spiega nel dettaglio come dipingere come un professionista.

Calvin Tan: Osprey Modelling #23: Modelling Waffen SS Figures (Osprey Publishing) Ci sono molte guide di modellismo della Osprey. Questa è un vero master per la pittura ed il dettaglio dei figurini in scala 54 mm

Games Workshop: How to paint Citadel Figures (Games Workshop). La Games Workshop è la più grande azienda nel campo dei wargames e, con i suoi libri e le sue riviste, fornisce delle eccellenti guide e tutorial. È un libro ben fatto, ma che come è logico aspettarsi, basato sui loro figurini, colori ed attrezzi. Sintesi di questo volume sono contenute in molti regolamenti della Game Workshop.

Link interessanti

The last alliance: http://www.thelastalliance.com/

TMP The Miniatures Page: http://theminiaturespage.com/

Fonti:

L’articolo originale si trova alla pagina http://www.artizandesigns.com/guides/hintstips.pdf del sito http://www.artizandesigns.com/index.php. Si ringrazia l’autore per l’autorizzazione alla traduzione.