Invecchiare o meno un mezzo di Stephen C. Willoughby
16 Maggio 2013
L’Olive Drab dell’U.S. Army di Pete Harlem – Cutler Ridge, Florida, USA
31 Maggio 2013
Show all

Iniziare con i colori ad olio di Donal V. Buckley

Iniziare con i colori ad olio di Donal V. Buckley Traduzione di Vittorio De Santis

1. Una veloce introduzione alla pittura ad olio dei modelli

Ecco cosa vi serve:

  1. 1.1 Pennelli
  2. 1.2 Trementina
  3. 1.3 Tavolozza
  4. 1.4 Colori
  5. 1.5 Medium per colori ad olio

1.1 Pennelli

Pennelli rotondi di buona qualità . Non lesinate sulla qualità .Con i colori ad olio i pennelli durano molto di più che con qualsiasi altro tipo di colore.

1.2 Trementina

La trementina viene usata come diluente e per la pulizia dei pennelli.

1.3 Tavolozza

Ho realizzato una tavolozza monouso usando un foglio di carta ed avrete già fatto il massimo. Altrimenti potete usare anche un piatto di porcellana o di vetro.

1.4 Colori

Usate sempre i colori per ”Artisti”. Qualsiasi marca scegliete, sono sempre i colori di qualità più elevata, con i migliori pigmenti e la migliore permanenza al costo di un prezzo un poco più caro. I tubetti vengono realizzati in diverse misure ma gli oli hanno una buona capacità  coprente e durano a lungo. Sto usando gli stessi tubetti di colore con i quali ho iniziato cinque anni fa. Ho solo dovuto ricomprare il bianco ed il nero.

Quando comprate un colore ad olio dovete tenere presenti alcuni punti:

  1. 1.4.1 Opacità: a volte riportata sul tubetto, l’opacità  indica quanto il colore ad olio è trasparente. Di solito il giallo ed il rosso sono i colori meno opachi.
  2. 1.4.2 Permanenza: Di solito indicata con una scala che va da 1 a 4 ed indicata per mezzo di stelle. Il 4 è il più permanente, che ha una maggiore durata.
  3. 1.4.3 Tonalità : può essere vista come la sfumatura del colore e, a volte, è correlata con l’opacità .

1.5 Medium per colori ad olio

Quali il Liquin Windsor & Newton o il Medium 700 della Daler Rowney. Questi prodotti riducono il tempo di asciugatura del colore e gli conferiscono una leggera finitura lucida trasparente. Va bene anche la trementina con la quale si possono realizzare alcuni di questi effetti.

2. Gamma dei colori

Uno dei possibili vantaggi degli oli è costituito dal numero limitato di colori che sono necessari per cominciare. Quella che segue è una buona selezione di base. Di solito è possibile acquistare questi oppure, con buona approssimazione, un set di colori ad olio per principianti che spesso, per un prezzo più basso, contengono tubi di colore più piccoli.

La selezione di base è così composta (rif. Winsor & Newton Artists’ Oil):

  1. – Flake White
  2. – Ivory Black
  3. – Burnt Umber
  4. – Raw Sienna
  5. – Alizarin Crimson
  6. – Scarlet Lake
  7. – Cadmium Yellow
  8. – Chrome Yellow
  9. – Cobalt Blue
  10. – Ultramarine

Si può ampliare questa selezione aggiungendo altri colori quali:

  1. – Titanium White
  2. – Lamp Black
  3. – Yellow Ochre
  4. – Prussian Blue
  5. – Vermillion

Avrete fatto caso che non ci sono verdi nella selezione. Uno dei vantaggi degli oli è costituito dalla misura con la quale si possono mischiare tra loro. Con due blu e due gialli, mescolandoli tra loro, potete ottenere una grande varietà  di verdi. Ovviamente, per semplificarvi le cose, potete anche acquistare un colore verde ad olio. Può essere utile averne uno o due verdi da usare come base o per risparmiare tempo. Per questo impiego io uso l’Emerald Green e il Phtalocyanine (Phtalo) Green. Si possono ottenere anche molte altre sfumature di colore aggiungendo il nero oppure molte altre tinte aggiungendo il bianco a tutti i colori.

3. Prendere confidenza con i colori

Realizzate sulla vostra tavolozza tre linee, vicine tra loro, con i colori nero, Burnt Umber e Raw Sienna (o Yellow Ochre). Usando un pennello asciutto pulito gradualmente miscelate il Raw Sienna nel Burnt Umber fino a quando nella miscela non si potrà  più distinguere alcuna linea di separazione tra i due colori. Pulite ed asciugate il pennello e ripetete il processo con il Burnt Umber miscelandolo con il nero. Questo esercizio vi dimostrerà quanto un colore ad olio resta ”umido” ed anche la ”sensazione” che si ha con questo tipo di colore.

Provate questo esercizio con differenti gamme di colore, dal bianco al blu, dal rosso al viola, ecc.

A questo punto vi suggerisco anche di miscelare alcuni colori per vedere le sfumature che si possono ottenere, specialmente di verde.

Una volta che avrete una buona selezione di colori miscelateli e stendeteli provando ad ottenere tutte le sfumature dell’arcobaleno. Più tempo utilizzerete a questo punto a fare conoscenza con il colore più sarà  facile poi dipingere un modello.

4. Tempo di asciugatura

Rappresenta il maggiore ostacolo che bisogna superare quando si comincia ad usare gli oli. Questo tempo può variare tra le 12 ore fino ai 6/7 giorni. Ho scoperto che il Flake White della Windsor & Newton asciuga in circa 12 ore se si aggiunge il Liquin mentre il colore Alazarin Crimson è il più lento ad asciugare.Ultimamente su un modello usando il medium Opaco e aggiungendo la trementina ci sono voluti 8 giorni. Su questo punto non ci sono particolari avvisi da fare tranne che impiegare tutta la vostra pazienza, ma se siete un modellista l’avrete già  imparata. Bisogna solo portarla ad un livello esponenziale.

5. Consistenza

Normalmente i colori ad olio hanno la consistenza del burro morbido. Se desiderate per ridurre questo tempo potete usare il Liquin o la trementina.

6. Quantità

Sovraccaricare il pennello è una delle maggiori difficoltà  che ho riscontrato con gli oli. A causa della loro consistenza, sopra citata, facilmente si mette troppo colore sul modello finendo per avere un ammasso di colore attorno al modello. Per cui dovete imparare a giudicare quanto colore vi serve più che con altri tipi di colori.

In generale queste ”difficoltà ” degli oli sono anche i loro punti di forza. Potete mischiarli meglio che con altri colori senza preoccuparvi di cosa state miscelando o di quanto tempo ci impiegate. Potete anche ottenere delle sfumature di colore molto sottili con una grande gamma di colori e una grande intensità .

7. La ruota dei colori

Penso che il 90 per cento di coloro che stanno leggendo questo articolo sono maschi e noi dobbiamo riflettere su queste cose. Le donne hanno una comprensione genetica di questi principi. Osservate la vostra fidanzata/moglie/compagna quando fa degli acquisti o quando vi dice quale cravatta mettere, con quale camicia e quali pantaloni.

Qui sotto trovate una versione molto spartana della ruota dei colori da utilizzare per i consigli sui colori.

7.1 Colori complementari

I colori che si trovano in posizioni opposte sulla ruota sono detti ”complementari” e quindi vanno bene in uno schema di colori. Il rosso e il verde sono i colori che preferisco, nel mio schema di colori per il fantasy. Ora vi introdurrà ad un piccolo segreto. Per l’occhio umano i colori che sono più complementari sono il nero ed il giallo. Questi due colori sono i colori più efficaci da usare se volete catturare l’attenzione di qualcuno. Ora però ricordatevi che ve l’ho detto io. Spero che questo però non vi porti a realizzare una massa di miniature rosso/verdi e giallo/nere nella vostra collezione. Ovviamente a parte la mia, ci ho sempre girato attorno.

7.2 Contrasto

I colori che sono affiancati sulla ruota, non possono essere usati troppo vicino tra loro perché hanno la tendenza a ”scontrarsi” .

Ruote dei colori più accurate si possono acquistare in qualunque negozio di belle arti e con queste potrete ampliare questi concetti. Potrete anche cercare una carta su come miscelare i colori ma se avete compreso la ruota dei colori non avete bisogno di altro.

8. Ombreggiatura e lumeggiatura

Qui sotto trovate una guida minima da utilizzare per i figurini in scala 28 mm dove le ombreggiature e le lumeggiature sono più pronunciate.

Colore di base Lumeggiatura Prima ombreggiatura Seconda ombreggiatura
Crimson Pink Lavender Mid-Purple
Scarlet Orange Chestnut Brown Dark Brown
Orange Pale Orange Chestnut Brown Dark Brown
Yellow Cream Orange Chestnut Brown
Green Light Green Green & Dark Blue Mid-green & Black
Blue Pale Blue Mid-Blue Black or Navy
Violet (Purple) Lavender Mid-Purple Dark Purple
Buff Cream Dark Earth Dark Brown
Tan Peach Chestnut Brown Dark Brown
Black Light Grey Dark Grey Black
White White Pale Grey Dark Grey
Flesh (White – Red – Yellow) Pale Flesh Dark Flesh Chestnut Brown

Fonti: L’articolo originale si trova alla pagina http://gremlins.com/donal_buckley/oils.html del sito http://gremlins.com/index.html. Sono stati effettuati numerosi tentativi di contattato con l’autore a mezzo indirizzo mail pubblicato sull’articolo ma senza risultato.