Modulare il colore di Ian Hamilton e Kristin Irwin
20 Novembre 2012
Dipingere i cingoli dei mezzi corazzati di Peter Hall
23 Dicembre 2012
Show all

Dipingere le ruote dei carri armati di Peter Hall

Dipingere le ruote dei carri armati di Peter Hall Traduzione di Vittorio De Santis

Questo APC ha le ruote, il loro anello in gomma e anche i cingoli spruzzati di verde. Gli AFV vengono spesso dipinti sul campo e in condizioni non ideali nelle quali tenere la vernice lontana parti in gomma delle ruote è l’ultimo problema dell’equipaggio

Introduzione

Dipingere le ruote ed i cingoli di un AFV è uno degli aspetti che rappresenta una forte sfida in questo tipo di modellismo. Ruote multiple, circondate da cingoli, spesso nascoste da parafanghi o lamiere rappresentano un soggetto molto difficile. Dove è possibile molti modellisti dipingono queste componenti separatamente o, se assemblate in un sottoinsieme, prima che questo venga unito al modello.

Molti AFV hanno ruote ”stradali” in metallo con un anello di gomma. Dipingere questi anelli in modo pulito può dimostrarsi difficoltoso e richiedere molto tempo anche perché sono molte le ruote che vanno completate. In questo articolo verranno mostrati diversi metodi con i quali dipingere le ruote. Molti di questi metodi possono essere utilizzati anche per dipingere gli pneumatici dei veicoli ruotati o quelli degli aeroplani.

E’ proprio necessario dipingere gli anelli in gomma ?

Non tutti gli AFV hanno anelli in gomma sulle ruote quindi bisogna sempre fare riferimento alla documentazione per essere sicuri che sia proprio necessario dipingerli di un colore differente da quello delle ruote. Anche se le ruote hanno la parte in gomma non sempre deve essere dipinta.

Non cercate di dipingere gli anelli in gomma quando costruite il modello di questo carro

Spesso gli AFV vengono dipinti sul campo o in condizioni difficili e l’anello in gomma può venire dipinto nello stesso colore delle ruote. Come la gomma flette, parte della vernice salta via, ma anche in questo caso gran parte dell’anello rimane dipinto nello stesso colore della ruota. Guardate la foto in alto dell’M113 di questo articolo per vedere un esempio di come gli anelli vengono ricoperti dalla vernice.

Una ruota di un carro perfettamente rifinita … pronta per essere ricoperta di fango e polvere !

In alternativa, se avete programmato di dipingere il modello in condizioni diverse da quelle di ”nuovo di fabbrica” e ”appena pulito”, i vostri sforzi di dipingere gli anelli di gomma di un colore differente possono andare persi se poi l’intera ruota viene ricoperta di fango e di polvere. In ogni caso se siete certi di voler dipingere l’anello di gomma di un colore diverso da quello della ruota continuate la lettura.
Metodi per dipingere gli anelli di gomma

Metodi per dipingere gli anelli in gomma delle ruote

1. Utilizzare un lavaggio nelle zone con recessi

Figura 1

Questo metodo funziona quando tra la ruota in metallo e il pneumatico/anello in gomma c’è uno spazio. Funziona al meglio quando l’anello di gomma ha una rientranza nella zona nella quale di unisce alle ruote, come spesso avviene nel caso degli pneumatici dei veicoli ruotati e degli aerei. Il metodo è illustrato nella figura 1.

Con un pennello piccolo caricato con molta vernice diluita dello stesso colore dell’anello/pneumatico. La punta del pennello viene fatta toccare nel punto esatto nel quale l’anello/pneumatico si congiunge con la ruota. La vernice va lasciata scorrere dalla punta del pennello nell’incavo e da qui tutto intorno all’anello della ruota. Dovete fare in questo modo su pochi punti attorno all’anello in modo da essere sicuri che tutta la circonferenza dell’anello della ruota sia coperta. La parte difficile è quella di riuscire a creare una buona linea di demarcazione tra l’anello e la ruota. Una volta ottenuta questa linea dipingere il resto dell’anello diventa piuttosto semplice.

2. Dipingere a mano con il pennello

Può sembrare la soluzione più difficile e lunga da ottenere ma una volta che ci si è fatta la mano diventa veloce e permette di ottenere buoni risultati.

Le ruote devono essere montate su una qualche forma si sostegno in modo che sia possibile ruotarle e maneggiarle facilmente. Il manico di un pennello spesso è ottimo per questo compito. Un pennello di piccole dimensioni viene caricato con la vernice diluita, anche se meno della vernice usata nella tecnica precedente. Il pennello va posizionato sull’anello di gomma e la ruota va fatta ruotare per farvi lasciare la vernice sopra. Infatti è più facile far girare la ruota che muovere il pennello lungo l’anello.

Nella foto sulla sotto mostra questo processo. Notate come il terzo e il quarto dito della mano destra si appoggi contro il primo e il secondo dito della mano sinistra. In questo modo si minimizza qualsiasi movimento tra il pennello e la ruota che viene fatta ruotare permettendo un controllo molto preciso sugli strati di vernice lasciati dal pennello.

3. Utilizzare una sagoma come mascheratura

Un normografo per realizzare i cerchi

Il terzo metodo è quasi l’opposto del secondo in quanto le ruote sono prima completamente aerografate nel colore dell’anello e quindi vengono mascherate usando una sagoma di forma circolare. Come sagome si possono impiegare quei normografi utilizzati nel disegno tecnico e formati da un foglio di plastica con i fori di varia grandezza realizzati sopra. All’interno della selezione di cerchi ci sarà certamente quello delle esatte dimensioni della sola ruota. Si può quindi sistemare il normografo sopra la ruota e dipingerla senza correre il rischio che la vernice cada sull’anello di gomma.

Dato che i cerchi sui normografi sono di solito molto vicini tra di loro sarà necessario mascherare con del nastro adesivo i fori adiacenti a quello che viene utilizzato in modo da evitare che la vernice possa passarvi attraverso.

Sebbene questo metodo abbia il vantaggio di non richiedere nessuna abilità pittorica presenta un paio di problemi. Il primo è rappresentato dal fatto che dopo breve tempo sulla sagoma si accumula parecchia vernice che, per poter procedere, deve essere eliminata. Inoltre è difficoltoso tenere la sagoma al suo posto tanto saldamente da evitare che un poco di vernice, colando, passi sotto.

Due cerchi ritagliati da un Post-it e utilizzati come sagoma

4. Utilizzare della carta o il Frisket come mascheratura

Un tagliabalsa circolare in azione

Questo metodo è simile al metodo 3 tranne che per il fatto che la sagoma viene ritagliata su carta utilizzando un tagliabalsa circolare. Questo strumento può essere regolato in maniera molto precisa per ricavare dei cerchi di ogni dimensione e dopo poche prove può essere sistemato per ritagliare un foro nella carta che abbia il diametro identico a quello dell’anello della ruota. Si può facilmente realizzare una maschera per ogni ruota.

Cinque ruote con gli anelli mascherati con Post-it e poi aerografati

La difficoltà principale di questo metodo è quello di far si che la sagoma non si muova perché l’aeropenna tenda a farla volar via o sollevare. Anche se viene mantenuta ferma resta sempre il problema della possibile colatura sotto la maschera mentre si sta aerografando.

Usare il Post-it che hanno una parte adesiva può aiutare nonostante non ci sia abbastanza superficie con colla per poter circondare la ruota. Un’altra opzione è quella di ritagliare i fori su un nastro adesivo per mascheratura di dimensioni molto grandi. La soluzione ideale è di ritagliare i fori nel Frisket, che è un film plastico molto sottile e leggermente appiccicoso su un lato ed è specificatamente pensato per l’aerografia.

Nell’esempio mostrato in queste foto la sagoma è usata per mascherare lo pneumatico. Si può anche fare il contrario. In altre parole l’intera ruota può essere aerografata con il colore del cerchione e quindi si possono ritagliare dei cerchi nella carta, cartoncino o nel Frisket con i quali mascherare il cerchione permettendo di dipingere l’anello in gomma con il colore grigio-nero. Tutti e due i metodi di mascheratura permettono di ottenere lo stesso risultato. Quale sia il più facile dipende dalle dimensioni della ruota, dell’anello e dal profilo della ruota stessa, oltre che dalle preferenze personali del modellista.

Siate Innovativi !

Ci sono così tanti tipi di ruote, di ogni colore e dimensione, che non ha senso fossilizzarsi ed usare sempre lo stesso metodo in ogni modello che realizzate. Il paragrafo precedente mostra diversi metodi ma voi potete ottenere un beneficio utilizzando questi metodi insieme o adattandoli. Per esempio prendete un treno di rotolamento di un Panzer IV. In questo caso ci sono 16 coppie di ruote, oltretutto di piccole dimensioni, tutte dotate di anello in gomma. Ci sono anche altre 8 ruote di ritorno, sempre con anello in gomma e di piccole dimensioni.

Voglio evitare di spendere ore mascherandole una per una in modo ripetitivo per poi dettagliarle, quindi utilizzo il metodo seguente. Le ruote sono montate individualmente su degli stecchini. Quindi, mentre sto per dare il primer al modello principale, vengono completamente verniciate di nero. Il passo successivo è quello di spruzzare con ogni cura il cerchio di ogni ruota utilizzando il colore Desert Yellow della Vallejo. Al momento per essere preciso utilizzo il Desert Yellow sull’intero cerchio di ogni ruota e quindi spruzzo una miscela di bianco e di Desert Yellow sul cerchione per lumeggiarlo al centro dove il colore risalta e la ruota prende la luce. Effettuo questo passaggio nel momento nel quale sto verniciando lo scafo principale in quanto il colore utilizzato è lo stesso. In questo modo si riduce il tempo necessario a preparare il colore con il quale dipingere le ruote. Il risultato di questo processo può essere osservato nella foto 1.

Dopo che ho verniciato il centro della ruota con accuratezza utilizzando un aerografo capace di un flusso sottile a bassa pressione. Inevitabilmente poca vernice andrà a cadere sulla gomma della ruota. Correggo questa sbavatura applicando con un pennello di piccole dimensioni della vernice nera diluita sull’anello di gomma mentre faccio girare la ruota con lo stecchino. Dato che la vernice diluita fluisce naturalmente sul bordo del pneumatico creando così, abbastanza facilmente, un linea di demarcazione molto netta. Questo metodo è più veloce di quello di cercare di mascherare la gomma su ogni ruota. Il risultato lo potete vedere nella foto 2.

Foto 1
Foto 2

In questo modo la pittura della gomma diviene facile e rapida. Inoltre dopo il lavaggio, un passaggio di pennello secco e un leggerissimo invecchiamento la ruota assumerà un aspetto usato.

Il colore delle gomme

Quando dipingete un anello di gomma o un pneumatico la tentazione è quella di utilizzare il barattolo di vernice nera. Però poche cose nella realtà sono in vero Jet Black e i pneumatici/anelli di gomma non sono tra queste. Di solito per dipingere gli pneumatici/anelli è meglio usare un grigio molto scuro. Colori come il Tamiya Nato Black o il Vallejo Grey Black vanno bene. Se però il vostro piano è quello di invecchiare le ruote il mio consiglio è quello di usare il nero perché il successivo invecchiamento abbasserà il tono della differenza di colore tra il cerchio e la gomma.

Fonti: Le foto e il testo sono degli autori. L’articolo originale si trova alla pagina http://www.scalemodelguide.com/painting-weathering/painting-guide/paint-rubber-rims-tank-wheels/ del sito http://www.scalemodelguide.com/. Si ringrazia per l’autorizzazione alla traduzione