Duxford (GB), 12-13 Luglio 2003 – M. di Massimo e R. de Cinti

Dipingere un cavallo
20 Ottobre 2007
F 105 in scala 1/32, Kit Trumpeter – M. Di Massimo
21 Ottobre 2007
Show all

Duxford (GB), 12-13 Luglio 2003 – M. di Massimo e R. de Cinti

-[b][size=xx-large][color=000099][font=Arial] DUXFORD (GB), 12-13 Luglio 2003 [/font][/color][/size][/b]

[i][b][size=x-large][color=000099][font=Arial]Autore: M. di Massimo e R. de Cinti [/font][/color][/size][/b][/i]


Di tutte le manifestazioni aeree dei cieli d’Europa, quella di Duxford rimane per me la più elegante ed affascinante.

Tra queste basse colline inglesi che abbracciano Cambridge, si riesce ancora a respirare quel sapore nascosto di fama e gloria che attraversò le strette vie tra la palazzina comando ed il campo di volo in quel lontano 1940. Duxford era la base di quel famoso quanto controverso “big wing” fortemente voluto dall’allora comandante del 12 gruppo, Air Vice Marshal Trafford Leigh-Mallory, la cui ossatura era composta da piloti del Commonwealth, canadesi, cecoslovacchi, polacchi, tutti raggruppati nei tre squadron del 310, 302 ed il famigerato 242 con a capo Douglas Bader.

Oggi, Duxford rimane a raccontarci con i suoi musei, i suoi aerei perfettamente restaurati e volanti, quella storia per alcuni forse troppo lontana, per altri ancora vicina, bambini e veterani uniti sotto la stessa bandiera, racchiusa per sempre nelle parole di Sir Winston Churchill: “Never in the field of human conflict was so much owed by so many to so few”.

Lascio che siano le foto a raccontare la loro storia mentre il pensiero va ai due piloti caduti durante la manifestazione con l’unico Fairey Firefly esistente.

Un ringraziamento ai miei amici Guidi e Totaro per avermi sopportato in questa due giorni in terra inglese.